giovedì 19 marzo 2009

IL CITY CHE VERRA'


Da Siena, nobile contrada della Selva, ricevo e pubblico molto volentieri alcune spassionate riflessioni calcistiche su Hughes, Robinho ed altro ancora del nostro caro amico Citizen Filippo Binella:
"Quando decollerà al vertice della Premier League il nostro club preferito? Beh, credo invece che sia solo questione di tempo! Ma non 2 o 3 giornate: quest'anno ormai ce lo siamo giocati e le nostre speranze si ripongono inevitabilmente solo sulla Coppa Uefa.
Detto questo è comprensibile che, dal momento che acquisti giocatori come Robinho (non propriamente l'emblema del pofessionismo) non puoi sperare: a) né che sia costante, b) nè che la smetta di fare la prima donna come faceva addirittura al Real.
Credo sia naturale che il brasiliano si aspettasse di giocare con compagni di reparto migliori e piuttosto affermati. S'è trovato a giocare invece in attacco, con tutto il rispetto, con l'uomo di cuore Bellamy e.....basta! Considerando poi che mediamente 7/11 della squadra si ritrovano solo quest'anno a giocare nel City, un gioco non brillante e dei risultati incostanti sono il minimo che ci potessimo aspettare!
Concludendo, Hughes io lo terrei stretto per almeno un altro anno. Via a malincuore Dunne (è un giocatore che per via del suo carisma non può stare in panchina, ma nemmeno è adatto alle ambizioni dei nostri colori) Vassell (poretto, stendiamo un velo pietoso!), Garrido o Ball (meglio il 1°), Elano (se non si trova una posizione in cui rendersi utile), Hamann e Benjani.
Per quanto riguarda il rientro di Petrov io cambierei indubbiamente modulo, più equilibrato e con meno esperimenti.
Given
Zabaleta-Richards-Kompany-Bridge
Wright Phillips-de Jong-Ireland-Petrov
Bellamy-Robinho.
con vari innesti tipo Onuoha, Elano, Sturridge e Bojinov.
Spero di aver espresso il mio pensiero!
BYE AND
CITY 'TIL I DIE ! ! !
Analisi molto efficace la tua, caro Filippo: solo io non rinuncerei più ad utilizzare al centro della difesa il potente e brillante Nedum Onuoha, ennesimo successo sfornato dalla meravigliosa Academy guidata da Jim Cassell!
RENATO

1 commento:

Dario Pavesi ha detto...

Povero Vassèll....